L’ESPERIENZA DELLE EMOZIONI

“Per trasformare una persona, bisogna credere nelle sue capacità” – Reuven Feuerstein Sto leggendo “Come insegnare l’intelligenza ai vostri bambini – Il famoso metodo Feuerstein a portata di tutti i genitori”, di Nessia Laniado e con una prefazione dello stesso Feuerstein. È una lettura chiarissima, molto scorrevole e mi rendo conto che parlare di bambini…

Continua a leggere →

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

LE LIBRERIE DELL’USATO: LONDRA VISTA CON GLI OCCHI DI VIRGINIA WOOLF.

LE LIBRERIE DELL’USATO: LONDRA VISTA CON GLI OCCHI DI VIRGINIA WOOLF. “I libri usati sono libri selvatici, libri senza tetto; si riuniscono in grandi stormi dai piumaggi variegati e possiedono il fascino che manca ai volumi addomesticati delle biblioteche. Inoltre, in questa compagnia mista e casuale, potremmo imbatterci in qualche completo estraneo che, con un…

Continua a leggere →

IL BRUTTO ANATROCCOLO VISTO CON GLI OCCHI DI CLARISSA PINKOLA ESTES.

IL BRUTTO ANATROCCOLO CON GLI OCCHI DI CLARISSA PINKOLA ESTES. Buona lettura con Il brutto anatroccolo, spiegato da Clarissa Pinkola Estés. Simona Il tema de Il brutto anatroccolo è universale. I suoi significati fondamentali sono questi: l’anatroccolo è simbolo della natura selvaggia che, se compressa in situazioni povere di nutrimento, istintivamente lotta per liberarsi, qualunque…

Continua a leggere →

SKETCHES BY BOZ: I SOCIAL NETWORK AI TEMPI DI DICKENS, OVVERO L’ORATORE DA SALOTTO (2a puntata).

SKETCHES BY BOZ: I SOCIAL NETWORK AI TEMPI DI DICKENS, OVVERO L’ORATORE DA SALOTTO (2a puntata). Continua lo sketch by boz sugli oratori da salotto, a dimostrazione del fatto che i social network sono sempre esistiti… con la stessa tipica “fauna” che si può trovare sui social dei nostri giorni! I social network esistevano anche…

Continua a leggere →

SKETCHES BY BOZ: I SOCIAL NETWORK AI TEMPI DI DICKENS, OVVERO L’ORATORE DA SALOTTO (1a puntata).

SKETCHES BY BOZ: I SOCIAL NETWORK AI TEMPI DI DICKENS, OVVERO L’ORATORE DA SALOTTO (1a puntata). I social network esistevano anche all’epoca di Dickens solo che, in mancanza di internet e dei 1000 salotti che sono i profili e le pagine Facebook, li si poteva trovare in veri e propri salotti. Tra la massa delle…

Continua a leggere →

LE QUERCE GEMELLE – 2a puntata

Simona Maria Corvese LE QUERCE GEMELLE   Un misterioso messaggio custodito nell’incavo di una quercia, il racket della malavita e un enigma da risolvere, che solo lo sguardo innocente di un bambino in affido ai servizi sociali potrà contribuire a risolvere. Queste sono le cose che legano indissolubilmente il destino dei due protagonisti. “Le querce…

Continua a leggere →

KEW GARDENS – un racconto di Virginia Woolf (3a puntata)

KEW GARDENS – un racconto di Virginia Woolf (3a puntata) Non mi dilungo in discorsi, vi auguro subito buona lettura di quello che non è semplicemente un racconto di Virginia Woolf ma un autentico gioiello di letteratura. Buona lettura e buona passeggiata nei Kew Gardens, a Londra! Simona … “Perché stavo pensando al passato. Stavo…

Continua a leggere →

CHARLOTTE BRONTE CONTRO IL BULLISMO IN JANE EYRE.

CHARLOTTE BRONTE CONTRO IL BULLISMO IN JANE EYRE. “John era un ragazzo di quattordici anni, io ne avevo allora dieci solamente. Era alto e forte per la sua età, … Io poi gli ero antipatica; mi maltrattava e mi puniva, non due o tre volte la settimana, non due o tre volte al giorno, ma…

Continua a leggere →

LONDRA VISTA CON GLI OCCHI DI VIRGINIA WOOLF

LONDRA VISTA CON GLI OCCHI DI VIRGINIA WOOLF “L’occhio ha questa strana proprietà: si ferma solo sulla bellezza; simile a una farfalla cerca il colore e gode del caldo. In una sera invernale come questa, quando la natura si è data la pena di pulirsi e ripulirsi, l’occhio conquista i suoi migliori trofei, ricavando piccoli…

Continua a leggere →

JANE AUSTEN E LE SUE COLAZIONI AI SYDNEY GARDENS DI BATH.

JANE AUSTEN E LE SUE COLAZIONI AI SYDNEY GARDENS DI BATH. Dalle lettere di Jane Austen dell’aprile 1805, apprendiamo che era solita andare ai Sidney Gardens di Bath, dei giardini di divertimento adiacenti a una sala da ballo, e partecipare alle tipiche colazioni che lì venivano organizzate. Lettera 44 (domenica 21-martedì 23 aprile 1805) Cassandra…

Continua a leggere →

Page 1 of 14