La villa delle donne e dei bambini in Normandia

Durante la Grande Guerra ci furono molte organizzazioni private a prendersi cura dei profughi in Francia. La maggior parte di questi profughi proveniva dal Belgio. Una di queste organizzazioni caritative erano gli American Hostels, creati da Edith Wharton, scrittrice americana e prima donna ad aver ricevuto il premio Pulitzer. Tra i profughi molte persone erano…

Continua a leggere →

ATTENDERÒ QUEL CHE DEVO ATTENDERE PER FAR MIO IL TUO CUORE

NON BADO A QUANTO DOVRÒ ATTENDERE PER FAR MIO IL TUO CUORE Brano tratto dal romanzo “Il giardino di Étienne”, in lavorazione. © 2017 In questa scena i protagonisti della storia nel presente, Étienne e Cristina, incontrano la storia dei protagonisti del  flash back, Chris ed Anne. Étienne consegna a Cristina il memoir di Chris, affinché…

Continua a leggere →

QUANDO, SCRIVENDO UN ROMANZO, TI TROVI A FARE L’INVESTIGATRICE PRIVATA

QUANDO, SCRIVENDO UN ROMANZO, TI TROVI A FARE L’INVESTIGATRICE PRIVATA Nota sui lavori in corso per il romanzo “Il giardino di Étienne”, copyright © 2017. Ricapitolo per chi non ha letto le note precedenti (che trovi sul mio sito, qui: https://www.simonamariacorvese.it/category/il-giardino-di-etienne/). Il romanzo è ambientato in epoca contemporanea ed è un’intensa e sofferta storia d’amore…

Continua a leggere →

VILLA BELLE ALLIANCE – SULLE TRACCE DI EDITH WHARTON E DEI SUOI AMERICAN HOSTELS DURANTE LA GRANDE GUERRA

VILLA BELLE ALLIANCE – SULLE TRACCE DI EDITH WHARTON E DEI SUOI AMERICAN HOSTELS DURANTE LA GRANDE GUERRA Traduzione di Simona Maria Corvese (dal report originale in inglese) Nell’estate del 1914 Edith Wharton, la ben nota scrittrice americana, si stava preparando per le vacanze, quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale. Sebbene molti fuggissero da Parigi,…

Continua a leggere →

EDITH WHARTON E GLI AMERICAN HOSTELS PARIGINI

EDITH WHARTON E GLI AMERICAN HOSTELS PARIGINI Edith Wharton, la ben nota scrittrice americana, all’inizio della Prima Guerra Mondiale fondò gli American Hostels parigini, per rifugiati di guerra. Al termine della guerra ricevette la legione d’Onore per il suo instancabile impegno e l’imponente rete di volontariato che creò, togliendo dalla strada migliaia di rifugiati di…

Continua a leggere →