SINFONIA DELLA FELICITA’ PER IL SOCIALE: LETTERA AI LETTORI.

SINFONIA DELLA FELICITA’ PER IL SOCIALE: LETTERA AI LETTORI.

Care lettrici e cari lettori,

nel post “SINFONIA DELLA FELICITA’ NELLA MIGLIORE LIBRERIA D’ITALIA” (sezione NEWS) vi ho anticipato che la trilogia di Sinfonia della Felicità è un progetto letterario e sociale. L’idea di questa trilogia è quella di parlare di temi sociali come POVERTA’ EDUCATIVA, MALTRATTAMENTO E SFRUTTAMENTO DI MINORI, AFFIDO FAMILIARE e DISOCCUPAZIONE. I due bambini protagonisti del romanzo, Livia e Jòzsef, vengono infatti rispettivamente presi in affido dal coprotagonista Roberto Neri e dall’amico David Anderson. Roberto e David sono affermati direttori d’orchestra che hanno costituito la Fondazione Musica Senza Confini con lo scopo di aiutare bambini e ragazzi in difficoltà che vivono un disagio sociale.

La mia speranza è quella di riuscire a dare il mio piccolo contributo (non sono una persona ricca economicamente) stimolando la riflessione su questi temi sociali, attraverso la lettura del mio romanzo. Ho la speranza che questa trilogia possa essere anche UTILE CONCRETAMENTE. Il mio piccolo contributo può diventare utile sostenendo PROGETTI CONCRETI come quelli di CHILDREN IN CRISIS ITALY una realtà no-profit il cui obiettivo è quello di MIGLIORARE LE CONDIZIONI DEI BAMBINI PIU’ INDIFESI AL MONDO, concentrandosi in particolare sulla POVERTA’ EDUCATIVA.

Vi dicevo nel post appena citato che acquistando il mio primo romanzo della trilogia di Sinfonia della Felicità possiamo FARE QUALCOSA DI BELLO e CONCRETO TUTTI INSIEME. Ebbene: oggi ho compiuto il primo passo. Con questo post vi comunico ufficialmente che Sinfonia della Felicità sosterrà 2 PROGETTI di Children In Crisis Italy: il progetto “ORCHESTRA GIOVANILE PEPITA”  e il progetto “SORRISO” (bambini maltrattati presi in affido familiare o in comunità). Come? E’ semplice: devolvendo parte del ricavato ai due progetti.

Nella foto che vi allego potete vedere che ho effettuato oggi una prima piccola donazione a favore del PROGETTO ORCHESTRA GIOVANILE PEPITA. Ne seguirà un’altra di pari importo per il progetto SORRISO. E’ poco, lo so, ma io sono un’autrice esordiente e sto facendo tutto da sola, senza il supporto di una casa editrice… quindi sono sicura che saprete capirmi.

Quello che in tutta onestà vi garantisco è che, realmente, acquistando il mio romanzo, potremo FARE QUALCOSA DI BELLO e CONCRETO TUTTI INSIEME… nel nostro piccolo, per quello che ci è possibile fare.

Qui di seguito trovate una breve descrizione dei due progetti “ORCHESTRA GIOVANILE PEPITA” e “SORRISO”, prese dal sito di Children In Crisis Italy.

Una caro saluto e grazie ancora per la fiducia che mi state accordando.

Simona

 

ORCHESTRA GIOVANILE PEPITA

L’Orchestra è Nucleo membro dell’Associazione SONG onlus, rete del Sistema Orchestre e Cori giovanili e infantili in Lombardia. Il progetto è collegato a “El Sistema” fondato oltre quarant’anni fa in Venezuela dal M° Antonio Abreu e avviato in Italia dal M° Claudio Abbado nel 2010.

L’utilità sociale del progetto sta nell’offrire ai ragazzi della scuola dell’obbligo la possibilità di fare musica, con la prospettiva di entrare a far parte di un’orchestra che presenti un buon livello musicale nonostante sia su base amatoriale.

L’obiettivo non è quello di formare professionisti ma perseguire scopi musicali e sociali, ovvero combattere il disagio giovanile, la dispersione scolastica e creare situazioni di aggregazione anche interculturali attraverso quel linguaggio universale che è la musica.

 

PROGETTO “SORRISO”

Dal 2013, Children in Crisis Italy è attiva sul territorio milanese con un importante progetto: il progetto “Sorriso” ha l’obiettivo di offrire ai minori che vivono in comunità attività aggiuntive rispetto al percorso terapeutico di base, che possano regalare a questi bambini dei momenti di svago, di serenità e di divertimento.

Ogni anno, nella città di Milano, migliaia di minori vengono presi in carico dai servizi sociali. Si tratta di bambini provenienti da famiglie in difficoltà oppure trovati in stato di abbandono, o che sono privi di genitori, oppure oggetto di maltrattamento e di abuso, oppure allontanati dalla loro famiglia su richiesta dell’Autorità Giudiziaria.

A sostegno di questi bambini e ragazzi interviene una rete di servizi pubblici e privati presenti sul territorio che offrono assistenza, come quella domiciliare o di supporto economico, ma anche accoglienza residenziale presso apposite comunità oppure tramite l’affido familiare.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field