KEW GARDENS – un racconto di Virginia Woolf (9a puntata)


KEW GARDENS – un racconto di Virginia Woolf (9a puntata)
“…venivano avvolti da strati infiniti di vapore verde-azzurro nei quali dapprima i loro corpi conservavano consistenza e un tocco di colore, ma più tardi consistenza e colore si dissolvevano nell’atmosfera verde-azzurra.…” Virginia Wolf.
Non mi dilungo in discorsi, vi auguro subito buona lettura di quello che non è semplicemente un racconto di Virginia Woolf ma un autentico gioiello di letteratura.
Buona lettura e buona passeggiata nei Kew Gardens, a Londra!
Simona

“Su, vieni Trissie, è ora di prendere il tè”
“Dove mai si prende il tè?” chiese lei, con uno strano fremito di emozione nella voce, mentre si guardava attorno con aria incerta e si lasciava condurre lungo il sentiero erboso, trascinando il parasole, volgendo il capo e qui e là, dimenticandosi del tè, col desiderio di andare laggiù, ricordando le orchidee e le gru tra i fiori selvatici, una pagoda cinese e un uccello dalla cresta color cremisi: ma lui la spinse avanti.
Così una coppia dopo l’altra passò lungo l’aiuola con gli stessi gesti irregolari e senza scopo; venivano avvolti da strati infiniti di vapore verde-azzurro nei quali dapprima i loro corpi conservavano consistenza e un tocco di colore, ma più tardi consistenza e colore si dissolvevano nell’atmosfera verde-azzurra.

(continua)

  •  
    14
    Shares
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field