I BOW STREET RUNNERS: I PRIMI INVESTIGATORI PRIVATI D’INGHILTERRA

I BOW STREET RUNNERS:I PRIMI INVESTIGATORI PRIVATI D’INGHILTERRA.

I Bow Street Runners sono stati il primo corpo di Polizia istituito a Londra. Furono una forza di polizia privata e non furono mai autorizzati ufficialmente dal Parlamento.

Non avevano restrizioni giuridiche o territoriali. Il campo d’azione di questi detective usciva anche dalla cerchia della capitale e avevano una divisione specializzata a cavallo.

Quest’estate le mie letture sono tutte in lingua inglese. Ho terminato di leggere una trilogia che ha per protagonisti i Bow Street Runners e che mi sento di consigliare.
Sono storie avvincenti di detective, con il pregio di un’accurata ricerca storica che affiora discretamente tra le righe dei tre romanzi. Nel post trovi le copertine della trilogia, con i riferimenti dell’autrice, che non è però tradotta in italiano. La scrittura è chiara e scorrevole, adatta anche a chi ha una conoscenza intermedia della lingua inglese.

I Bow Street Runners furono fondati nel 1749 dal romanziere Henry Fielding nello stesso anno che vide la pubblicazione di Tom Jones. Avendo fatto molto per accelerare la censura statale dei teatri attraverso le sue satire politiche dei primi anni ’30 del 1730, Fielding si era qualificato come avvocato e fu nominato giudice di pace a Westminster il 25 ottobre 1748. Doveva la sua nomina al suo mecenate, il duca di Bedford, che era il nuovo Segretario di Stato. All’atto della loro costituzione i Bow Street Runners contavano soltanto 8 membri.

Alla morte di Henry Fielding, la carica di magistrato capo fu presa da John Fielding, suo fratello, nel 1754.

Simili ai non ufficiali thief-taker (uomini pagati di volta in volta per aver arrestato responsabili di piccoli reati), gli agenti di Bow Street rappresentavano una formalizzazione e regolamentazione di esistenti metodi regolamentati. L’unica differenza con i thief-takers era nella loro formale dipendenza dal Bow Street magistrate office, e che venivano pagati dal magistrato con fondi provenienti dal governo centrale. Essi avevano la loro sede al n. 4 di Bow Street, e non pattugliavano per le strade della città ma servivano ad arrestare i malfattori su disposizione dei magistrati, viaggiando per tutta l’Inghilterra.

Nell’immagine la sede dei Bow Street. n.4 Bow Street Lane, London.

Noto come il “magistrato cieco di Bow Street”, John Fielding migliorò la perlustrazione con una vera forza di polizia per la capitale e successivamente inserì anche ufficiali montati a cavallo.

Anche se la forza fu costruita ad intermittenza negli anni seguenti, essa servì da guida per la costruzione del corpo nei successivi ottant’anni. I Bow Street Runners furono una manifestazione della spinta in avanti verso una professionalizzazione del controllo dello stato delle strade, a cominciare da quelle di Londra.

Contrariamente a quanto riportato dalle credenze popolari, i Bow Street Runners non vennero chiamati “Robin Redbreasts”, questo epiteto venne invece dato alla polizia a cavallo che venne fondata nel 1805 dal successore di Sir John Fielding, Richard Ford, in quanto i suoi uomini portavano un panciotto rosso sotto la giacca blu.

Nel 1829 fu promulgato il primo decreto sulla polizia metropolitana, con il quale fu creto un nuovo corpo di Polizia. I Bow Street Runners e il loro ufficio continuarono a essere in azione, con la loro indipendenza, per altri dieci anni. Nel 1839 il secondo decreto sulla polizia metropolitanaampliò il nuovo corpo di polizia e abolì definitivamente i Bow Street Runners

Il corpo dei Bow Street runners fu sciolto ufficialmente nel 1839 e incorporato nella metropolitan Police.

Gli investigatori di Bow Street, di fatto, sono i predecessori degli investigatori di Scotland Yard.

Scriverò un post a parte, dedicato a Charles Dickens e al suo interesse narrativo per il poliziesco e le figure degli investigatori. Posso però dire, per ora, che un amico di Dickens fu Charles Frederick Field (1805-1874), un noto detective dell’epoca, le cui imprese vennero immortalate dallo scrittore in una lunga serie di resoconti giornalistico-narrativi di true crime fiction scritti per il periodico “Household Words”, con titoli come “On Duty with Inspector Field” (“In servizio con l’ispettore Field”) o “A Detective Police Party”. Field, che aveva iniziato la sua carriera nei Bow Street Runners, nel 1846 divenne ispettore capo a Scotland Yard e nel 1852 si ritirò, seguitando a lavorare come detective privato. Egli ispirò a Dickens il personaggio dell’ispettore Bucket nel romanzo Bleak House.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field