DIETRO LE SCENE DI “UN PORTO SICURO – SAFE HAVEN”

DIETRO LE SCENE DI “UN PORTO SICURO – SAFE HAVEN”

“Un Porto Sicuro – Safe Haven” è un mio nuovo romanzo, cui sto attualmente lavorando. È una storia che parla di guerra, di distacco dagli affetti più cari della famiglia, di matrimonio combinato, di maltrattamenti domestici ma anche della forza inarrestabile di un sentimento profondo. Sentimento che nasce dal dolore e dall’iniziale incapacità d’interrompere la situazione che ha originato questo dolore.

I protagonisti sono Jasmeen, una giovane donna siriana e Nick, un medico americano che presta servizio di volontariato in un ospedale da campo di Damasco.

Nick si trova ad assistere il fratello di Jasmeen, ferito grevemente da una mina. Il ragazzo, in punto di morte, consegna a Nick una scatola che contiene le lettere che la sorella gli ha spedito dagli USA, dove vive con il marito. Il morente chiede a Nick di esaudire il suo desiderio: consegnare a Jasmeen la sua ultima lettera e la scatola. Il ragazzo chiede anche a Nick di salvarla.

Salvarla da chi o da che cosa?

Nick promette di onorare l’impegno che ha preso e, dopo la morte del ragazzo, parte per Oswego, la sua città natale nello stato di New York, dove vive anche Jasmeen e della cui vita conosce ben poco, se non attraverso la corrispondenza con il fratello.

La storia si svolge nell’antico campus universitario di Oswego che si affaccia sulle sponde del lago Ontario, ma anche nella città di Oswego e nel “Safe Haven Site” di Oswego. Il sito di “Safe Haven – rifugio sicuro” fu l’unico in tutti gli Stati Uniti a ospitare i sopravvissuti all’Olocausto. Quelli di loro che non vollero tornare in Israele ottennero la cittadinanza americana. Oggi il sito è un museo-memoriale.

Nick è in possesso del diario della sua bisnonna Charlotte, ebrea francese, nel quale la donna, che trovò rifugio a “Safe Haven”, annotò racconti memoir della sua vita.

La vita di Charlotte si intreccia alla storia di Jasmeen e Nick e indicherà la via per la salvezza alla giovane donna.

Un’affettuosa amicizia legherà Jasmeen a Nick, nel quale la ragazza troverà un amico cui confidare i suoi problemi.

La loro amicizia ha tutte le premesse per evolvere in una passione e in un sentimento molto più profondo.

Riuscirà Nick ad aiutare Jasmeen? Riusciranno a trovare il loro “Safe Haven”, porto sicuro?

“Un Porto Sicuro – Safe Haven”, © copyright 2019 Simona Maria Corvese.

Foto: tramonto sul lago Ontario, con vista dal SUNY (State University of New York), a Oswego. Nota: Oswego è una città dello stato di New York, che si affaccia, a nord, sul lago Ontario.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field